Estate in Irpinia 2017 - Cassano Irpino e Volturara Irpina

Dopo oltre un mese di attesa, rieccomi a viaggiare nella mia terra, con la terza tappa di “Estate in Irpinia 2017” che tocca Cassano e Volturara come luoghi da visitare. Per chi, come me, non ha potuto prendere parte al secondo incontro, tenutosi lo scorso 18 giugno a Montefusco e Montefalcione, il bisogno di ritornare a trascorrere una bella domenica in compagnia di Francesco e di tutti i partecipanti all’evento è indubbiamente più forte del sonno e dello stress accumulato nell’ultimo periodo universitario.

Si parte, dunque, in prima mattinata, con grande entusiasmo e con la straripante curiosità di chi, pur avendo vissuto finora in questa Estate in Irpinia 2017 - Cassano Irpino e Volturara Irpinaterra per tutta la sua vita, ha ancora tanto da imparare dai meravigliosi paesaggi che circondano i caratteristici borghi irpini, nonché dalle culture e dalle tradizioni che ancora oggi sono radicate in questi luoghi.

La prima fermata è a Cassano Irpino, la madre delle sorgenti irpine, un’area da cui la fornitura di acqua si ramifica verso una fetta piuttosto larga di Meridione. La visita a una delle sorgenti principali, protetta da una copertura a forma di cupola, restituisce Estate in Irpinia 2017 - Cassano Irpino e Volturara Irpinaa tutti i presenti un senso di tranquillità e di purezza uniche nel loro genere. Per un attimo, sembra quasi imbattersi in una specie di fonte termale, con un cerchio di luci che circonda l’intera struttura. Uscendo dalla sorgente, lo sguardo è rivolto verso un’altura, da cui spicca il bellissimo centro storico di Cassano, di origine medievale, caratterizzato da stretti e incantevoli vicoli e da edifici che ancora oggi preservano la loro storia plurisecolare. Ed è proprio qui che continua il nostro viaggio alla scoperta delle cinta murarie, dell’Antiquarium e del Palazzo Baronale, sede di uno squisito pranzo offerto dalla Pro Loco Forum Felix.
Estate in Irpinia 2017 - Cassano Irpino e Volturara Irpina

La cortesia e l’ospitalità dei ragazzi rendono più conviviale l’atmosfera, sebbene dal castello sia possibile scorgere alcuni focolai appiccati nelle campagne circostanti e che per breve tempo alimentano in noi un sentimento di ansia ed apprensione, ragion per chi abbiamo prontamente avvertito i Vigili del Fuoco.

Nel pomeriggio, il nostro bus riparte alla volta della Piana del Dragone, una Estate in Irpinia 2017 - Cassano Irpino e Volturara Irpinavasta area pianeggiante situata nel comune di Volturara Irpina, nota per la presenza di un inghiottitoio in grado di assorbire, in condizioni normali, la bellezza di 900 litri di acqua al secondo. Ciò che risalta immediatamente agli occhi, una volta arrivati nella piana, è un cartello rievocante la leggenda che da secoli circola su questo luogo, caratterizzato da un certo alone di mistero, oltre che da un incommensurabile fascino. Tale leggenda narra di un drago a tre teste Estate in Irpinia 2017 - Cassano Irpino e Volturara Irpinache fu imprigionato dai Visigoti all’interno di una grotta e che, da quel momento in poi, seminò il terrore e la morte tra la popolazione che viveva nei villaggi circostanti. Il caos regnò incontrastato fino alla comparsa di un valoroso cavaliere, di nome Gesio, che affrontò e uccise il dragone, di cui le teste sprofondarono nelle viscere della terra, creando tre diverse voragini che ancora oggi sono visibili agli occhi dei visitatori.

Si prosegue, poi, con una lunga e attenta esplorazione dell’area, dove è possibile scorgere qualche mucca portata al pascolo dagli allevatori del posto. Tutto ciEstate in Irpinia 2017 - Cassano Irpino e Volturara Irpinaò che ci circonda è a dir poco magnifico, distese di erba e paglia attraversate dai cunicoli che smistano le acque e pura tranquillità che ci coinvolge. Una visita che però dura poco, perché il tempo stringe e la tappa deve proseguire nel centro storico di Volturara.

Estate in Irpinia 2017 - Cassano Irpino e Volturara Irpina

Meraviglia e suggestione regalano anche le ultime due tappe della giornata: il Museo della Civiltà Contadina, assolutamente da visitare poiché ricco di tantissimi reperti utilizzati dalla nostra gente fino a 50 anni, e la meravigliosa Chiesa Madre con una campanile leggermente inclinato a mo’ di torre di Pisa.

L’emozione di aver vissuto intensamente l’atmosfera di luoghi ricchi di verde, di risorse idriche, di monumenti e storie di antiche origini mi accompagna anche nelle restanti ore della giornata. Se dovessi dare un voto a questa tappa, opterei sicuramente 9 e mezzo! Che bella l’Estate in Irpinia!

Estate in Irpinia 2017 - Cassano Irpino e Volturara Irpina